giovedì 14 aprile 2016

Libro Geograficamente Sparpagliato #5 - Wow, come viaggia veloce!


Buon giovedì a tutti!
Un altro libro sparpagliato dopo essere arrivato a destinazione è stato letto e nuovamente spedito! E devo dire con una velocità strabiliante... Bene, così viaggerà veloce! Questa volta si tratta di Squadra speciale minestrina in brodo, il libro che Elisa Ballardin ha messo a nostra disposizione. Allora, il libro è arrivato a casa di Stefania che lo ha letto e ci ha mandato due righe al riguardo...
Lettura gradevole e divertente. Storia originale, personaggi ben strutturati e simpaticissimi. Sulle prime mi sono lasciata innervosire dall'uso della punteggiatura (virgole... incisi...) ma andando avanti me ne sono dimenticata proprio per vai della stroria divertente. Non è tanto l'indagine in quanto tale a catturare, ma tutto ciò che le gravita attorno. Lettura consigliata. Resto in attesa della prossima missione.
... e anche un po' di immagini!

Libro appena arrivato... grazie postino!

1 Tappa! Ha già fatto un po' di km!

Ora il libro è in viaggio e arriverà presto da Noemi!

Alla prossima
 

mercoledì 13 aprile 2016

Letture Geograficamente Sparpagliate #6 - La tristezza ha il sonno leggero di Lorenzo Marone

Carissimi lettori, dopo tanto tempo siamo riuscite a riunirci tutte e quattro sotto lo stesso tet.., telefono! E' venuta fuori una chiacchierata davvero interessante, non vi nego, un po' incasinata, ma assolutamente divertente. Di quale libro stiamo parlando? Ma quello di Lorenzo Marone ovviamente!

Titolo: La tristezza ha il sonno leggero
Autore: Lorenzo Marone
Casa Editrice: Longanesi
Pagine: 378
Prezzo: 16,90€

SINOSSI: Erri Gargiulo ha due padri, una madre e mezza e svariati fratelli, È uno di quei figli cresciuti un po' qua e un po' là, un fine settimana dalla madre e uno dal padre, Sulla soglia dei quarant'anni è un uomo fragile e ironico, arguto ma incapace di scegliere e di imporsi, tanto emotivo e trattenuto che nella sua vita, attraversata in punta di piedi, Erri non esprime mai le sue emozioni ma le ricaccia nello stomaco, somatizzando tutto. Un giorno la moglie Matilde, con cui ha cercato per anni di avere un bambino, lo lascia dopo avergli rivelato di avere una relazione con un collega. Da quel momento Erri non avrà più scuse per rimandare l'appuntamento con la sua vita. E uno per uno deciderà di affrontare le piccole e grandi sfide a cui si è sempre sottratto: una casa che senta davvero sua, un lavoro che ama, un rapporto con il suo vero padre, con i suoi irraggiungibili fratelli e le sue imprevedibili sorelle. Imparerà così che per essere soddisfatti della vita dobbiamo essere pronti a liberarci del nostro passato, capire che noi non siamo quello che abbiamo vissuto e che non abbiamo alcun obbligo di ricoprire per sempre il ruolo affibbiatoci dalla famiglia. E quando la moglie gli annuncerà di essere incinta, Erri sarà costretto a prendere la decisione più difficile della sua esistenza ...


Salvia: ohhhh siamo tutte e quattro al telefono, incredibile!!!! già che ci sono mi magno un altro tronky!
Eliza: Passa qui
Libridinosa: ma non puoi...che poi vomiti. Allora volevo dire riguardo a chi non ha capito il libro...
Eliza: nooooooooooooo

......

dopo 10 minuti di censura alla Libridinosa...

Libridinosa: non tutti hanno capito che questo libro non ha niente di stereotipato. ( stereotipato lo ha detto Daniela, che ha preso dall'idraulico) ( con l'idraulico si è accoppiata la Libridinosa nel periodo dell'amore, visto che Daniela è figlia sua, ed è quella uscita bene).
Eliza: tecnicamente anche Baba è figlia dell'idraulico
Salvia: di papix no??? cioè Davide fa da soprammobile!
Dany: papix lo usa per altro, quello vero è figlio suo, quelle farlocche sono figlie dell'idraulico
Libridinosa: no, Salvia è figlia dell'avvocato
Salvia: ahhhhhhhhhhh
Eliza: stiamo sfasciando quattro famiglie in un colpo solo, ve lo dico
Libridinosa; ma non dovevamo parlare del libro?
Eliza: si, ma questa è la genesi
Salvia: ohhh come in Guerre Stellari
Eliza: Babi, magari come la Bibbia...
Salvia: ma io non l'ho letta perchè sono figlia del peccato
Dany: Madonna mi fai paura sister... - ah ma scrive proprio tutto Baba - Salvia sta stenografando la telefonata e la tramuta nella chiacchierata che state leggendo
Eliza: è proprio questo il bello
Salvia: certo, se soffrite di aerofagia io scrivo.
Libridinosa: ma che schifo...
Salvia: eh trattenetevi allora, che qui lo spazio è piccolo
Dany: ma chi è che scatarra? io sento dei versi immondi...
Salvia: cioè se entra qualcuno in negozio adesso...io ho il mascara colato, ve lo dico eh...
Libridinosa: Ma non hai visto la pubblicità del panda?
Salvia: ma che panda????
Libridinosa: quello della Nivea ( la Nivea non ci paga, come la Apple)
Eliza: io sono pure allergica
Libridinosa: allergica? come si fa ad essere allergici ai prodotti della Apple?
Eliza: sappiate che due chiacchiere così alla settimana non le reggo eh...
Dany: ma zia, di chi è figlia??, no perchè lei e Madre non possono avere lo stesso padre

.......................................... divagazioni varie............................ tralasciamo particolari sconci.......


Libridinosa: vabbè dopo tutto ciò io cerco il libro a Dany
Salvia: si ma comunque nessuno ha capito di quale libro avremmo dovuto parlare
Eliza: questo lo scopriranno nella prossima puntata
Dany: eh ma c'è tempo... io di ritagli di tempo così...uff mi avanzano
Salvia: vabbè allora facciamo che finire il lavoro cominciato: LA TRISTEZZA HA IL SONNO LEGGERO. Cosa mi dite a riguardo?
Eliza: Laura avanti, esprimiti
Libridinosa: io l'ho letto in 48 ore
Eliza: eri andata in silenzio stampa
Dany: no era andata a stalkerizzare l'autore, altro che silenzio stampa
Eliza: l'ho dovuta minacciare per farla andare in bagno
Libridinosa: vero, zia nonostante sia allergica ai prodotti della apple, mi minacciava via I - Message
Eliza: non è vero, non sono allergica, quella era la Nivea
Libridinosa: Per una settimana non sono riuscita a leggere nulla
Salvia: minchia, ti abbiamo sopportata noi, per una settimana, quando non legge diventa pesaaaaante
Libridinosa: gne gne gne
Dany: e perchè quando legge? Non per altro viene soprannominata yogurt
Eliza: ci daranno il Nobel per la pace
Libridinosa: In culo te lo danno....il Nobel
Eliza: censuralo!!!! Ci leggono i bambini

.......................Libridinosa ha ringraziato pubblicamente Dany, evento memorabile, lei che ringrazia qualcuno............................................

Eliza: io quando ho finito il libro volevo fare la Tesi, c'è tanto da dire.
Salvia: io quando l'ho finito, ho pianto un sacco e ho comprato Daria, che è arrivato prima a casa mia che a casa della Libridinosa. ( tralascio l'insulto molto molto scurrile nei miei confronti)
Eliza: io mi prendo il Nobel nel culo e Baba censura il suo insulto? Voglio un avvocato, non è giusto
Dany: avete la fissa con questi avvocati
Eliza: non io
Libridinosa: gne gne gne
Dany: guarda che devi pagare la parcella
Libridinosa: zia non può pagare l'avvocato con le bandiere

............................adesso non stiamo anche  a spiegarvi il significato delle bandiere usate come moneta di scambio.........................................

Dany: io l'ho finito e ho dovuto ammettere con madre (Libridinosa) che aveva ragione.
Libridinosa: Doppio tiè
Eliza: io ho dovuto chiedere il permesso alla Libridinosa di sottolinearlo
Salvia: e vabbè ma che è la mafia??
Dany: infatti non ho capito
Eliza: eh si incazza sempre
Dany: dovevi chiedere il permesso se non davi 5, quello sì
Eliza: però avevo paura perchè a me è piaciuto più Erri di Cesare
Salvia: e qui c'è da aver paura...La Libridinosa Mastina Napoletana - chi vuol intendere intenda -
Dany: ma ci sarà un personaggio che vi è stato sul culo...
SalviaLibridinosa ed Eliza: Ariannaaaaaaa
Dany: ma come Arianna!!! Io non ho amato Giovannino e la famiglia del mulino bianco (finta) e poi la moglie aveva le corna fino a Roma
Libridinosa: il personaggio che avete amato di più?
Dany: Flor e Mario
Eliza: Erri, io me lo sposo
Libridinosa: Mario
Salvia: Mario For President
Libridinosa: quanto lo avete sottolineato questo libro?
Dany ed Eliza: un botto
Salvia: io ho sottolineato e messo segna pagina
Libridinosa - ElizaDany e Salvia: LANCIAMO HASHTAG #VOGLIAMOLA MATITACOILIBRIDILORENZO
Salvia: abbiamo già un altro hashtag #VOGLIAMOLORENZOACHETEMPOCHEFA
Libridinosa: come lanciamo hashtag noi...
Eliza: fatemi stare zitta...
Salvia: voto complessivo si è capito direi...
Eliza DanyLibridinosa: 20!!! che domande, 5 x 4 = 20!!!

...e comunque aggiungerei che per tutta la durata della telefonata, La Libridinosa ha sboroneggiato tutto il tempo sui messaggi che scambia con gli autori...non se ne può più.






martedì 12 aprile 2016

Libro Geograficamente Sparpagliato #3 - Fuga dalla Stanza Librosa...

Buongiorno lettori!
Central Park, pieno zeppo di commenti ha lasciato ieri casa Libridinosa. Di cosa parlo? Del Libro geograficamente Sparpagliato che io ho fatto partire qualche settimana fa. E se non sapete cos'è un Libro Geograficamente Sparpagliato tornate indietro di qualche post e capirete!


Ora, Laura ha letto il libro di Musso e... si lo ha un po' bastonato! Peccato, ma è d'accordo con me nel dire che o piace o non piace. Un libro estremo insomma! Ma vediamo cosa ci dice su questo libro La Libridinosa...
Ci viene detto sin da subito che si tratta di un thriller. Falso. O quantomeno, la storia si presenta con le basi di un thriller e pare che voglia seguire quella direzione per almeno due terzi della narrazione. 
Gli ultimi sette capitoli, invece, danno a questo romanzo una svolta totalmente diversa, quasi romantica (e vi assicuro che la cosa mi ha irritata non poco!).
Anche sulla categorizzazione thriller ci sarebbe da ridire, visto che, a parte un serial killer che pare sia già morto e sepolto e il fatto che i due protagonisti principali si ritrovino ammanettati su una panchina di Central Park (per inciso, è l'unico momento durante le 304 pagine in cui il famoso parco newyorkese fa la sua comparsa!) non c'è nulla che possa farci pensare ad un thriller vero e proprio. Nessuna suspense, nessun pathos. Nulla.
Tirando le conclusioni, concordo con la mia omonima Laura: questo libro non ha vie di mezzo: o si ama o si odia. Lei lo ha amato, io l'ho (quasi) odiato. 
Mi consolo pensando che lunedì lo spedirò a qualcun'altra, sperando che abbia miglior fortuna!
Libro in partenza!
Ora il libro arriverà da Maria Sole!^^

Alla prossima tappa


sabato 9 aprile 2016

Libro Geograficamente Sparpagliato #2 - "L'armadio dei vestiti dimenticati" parte dalla Puglia

Eccoci nuovamente qui! I libri sparpagliati viaggiano per l'Italia e nessuno può fermarci!!

Di cosa si tratta? Per chi si fosse perso qualche passaggio, ecco un piccolo riassunto:

  1. Una di noi sceglie un libro
  2. Lo legge e lo "vive", appuntando delle note a margine, inserendo dei post-it e sottolineando le frasi che la colpiscono maggiormente
  3. A lettura terminata, il libro viene fotografato; sulla cartina geografica che si trova all'interno, segna la sua posizione con un pallino, lo firma e lo impacchetta
  4. Si va in posta e si spedisce il libro alla lettrice successiva
  5. Alla fine il libro tornerà alla base pieno di vita!

Dopo aver soggiornato nella splendida Puglia, il libro è nuovamente in viaggio, direzione Salvia's House!


Questo il pensiero di Anna Rita sul romanzo

Il viaggio del nostro libro

E il pacchetto pronto a partire!

Come sempre vi ricordo che potrete seguire il viaggio di questo libro su tutti i social network con l'hashtag #librosparpagliato

Alla prossima,





giovedì 7 aprile 2016

Le LGS sfidano i lettori - Titolo bonus seconda tappa



Buooooongiorno fanciulle partecipanti alla nostra challenge. So che siete in attesa di questo post da settimane. Eccolo, finalmente è arrivato il momento in cui vi svelerò quale sarà il libro bonus che, in questa mia tappa, vi permetterà di guadagnare ben 15 punti.
Vi ricordo che questo post non deve essere assolutamente condiviso tra le partecipanti visto che si tratta di una sorpresa.
Dopo uno young adult e un thriller per questa tappa ho scelto un libro totalmente diverso, di narrativa contemporanea; un libro che lessi parecchio tempo fa e che ancora ricordo con estremo piacere, perchè riuscì a farmi ridere, riflettere ed emozionare.
Ora sono estremamente curiosa di sapere l'effetto che avrà su di voi. Chissà se saprà rendervi felici…
Ricordo che cliccando sul titolo potrete leggere la mia recensione

Eccolo:


Titolo: La lista dei miei desideri
Autore: Lori Nelson Spielman
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 352

Sinossi:
A trentaquattro anni, Brett Bohlinger ha tutto quello che vuole: un lavoro invidiabile nell'azienda di famiglia, un loft molto trendy, un fidanzato irresistibile e una mamma affettuosissima che è anche la sua migliore amica. Perciò, quando l'adorata madre Elizabeth muore, Brett è devastata per aver perso il suo punto di riferimento. E il dolore si trasforma in rabbia nel momento in cui si ritrova anche con un pugno di mosche. Perché alla lettura del testamento, invece di nominarla nuova amministratrice della Bohlinger Cosmetici, Elizabeth le lascia soltanto una lettera. Ed è una lettera strana, che la esorta a riconsiderare la sua vita, partendo dalla «lista dei desideri» che aveva stilato da ragazzina, vent'anni prima. Solo se nell'arco di un anno realizzerà tutti gli obiettivi di allora - innamorarsi, salvare il mondo, essere felice, desideri semplici e assoluti al contempo - riceverà la sua eredità. Inizialmente riluttante, a Brett non resta che seguire le istruzioni materne: mese dopo mese, ogni volta che Brett spunta una voce della lista, riceve dal notaio una nuova lettera della mamma. Affettuosa, comprensiva, protettiva e piena di una fiducia senza riserve. Come una carezza che la spinge, fra una lacrima e un sorriso, a non mollare e ad aprirsi al domani. A scoprire l'affetto di una famiglia vera e a esplorare il terreno dei sentimenti più teneri. Perché la vita è fatta per essere vissuta, sempre. Un romanzo delicato, romantico e commovente sul senso dell'esistenza e sullo straordinario potere dell'amore che può spingerci a cambiare e a trovare, ogni giorno, la felicità.

Vi ricordo che potrete leggere e recensire questo libro entro il 21 giugno. Buona lettura a tutte!


martedì 5 aprile 2016

Libro Geograficamente Sparpagliato #1 - Da Cesenatico alla Stanza Librosa

Libro...libro che?? Ecco di cosa si tratta, vi spiego in pochi passaggi la nostra iniziativa:




  1. Una di noi sceglie un libro
  2. Lo legge e lo "vive", appuntando delle note a margine, inserendo dei post-it e sottolineando le frasi che la colpiscono maggiormente
  3. A lettura terminata, il libro viene fotografato; sulla cartina geografica che si trova all'interno, segna la sua posizione con un pallino, lo firma e lo impacchetta
  4. Si va in posta e si spedisce il libro alla lettrice successiva
  5. Alla fine il libro tornerà alla base pieno di vita!

 Ecco, come potete notare il tragitto si sta allungando, siamo al mare :-)
Pinete, sabbia, piadine...il paradiso dei turisti!


















Ma il nostro romanzo, essendo stato scritto da un'autrice Torinese, ha deciso di tornare nella nebbia, perchè la salsedine irrita e secca.












Ma allora, guardate questa busta bella cicciottosa, pronta pronta per raggiungere la Stanza Librosa, mi raccomando Laura, arricchisci questo volume come solo tu sai fare!!

Il pensiero di Eliza:
Una storia che mi ha convinto solo in parte perché a volte mi è sembrata avere troppi episodi inutili, fatti e fatterelli messi lì solo per scusare questo o quel comportamento ma che non hanno un vero perché in funzione del racconto. I personaggi? Una sola parola, odiosi! Dal primo all'ultimo.



Alla prossima tappa





lunedì 4 aprile 2016

Libro Geograficamente Sparpagliato #5 - Da Elisa con amore


Buongiorno lettori!
Oggi parte un nuovo libro sparpagliato e questa volta non lo abbiamo scelto noi Lgs ma ci è stato proposto da una delle partecipanti. Elisa infatti ci ha chiesto se eravamo interessate a far viaggiare per tutta Italia Squadra speciale minestrina in brodo di Roberto Centazzo e visto che in molte lo volevano leggere siamo state ben felici di accettare la sua proposta. Quindi il libro parte oggi (ehm in realtà è già partito un paio di giorni fa perchè la posta vicina oggi e domani sarebbe stata chiusa.... qui c'è un tentativo di sabotarci eh, ma noi non ci fermeremo maiiii!!!!!) e si farà un bel viaggetto per il bel paese.


Titolo: Squadra speciale minestrina in brodo
Autore: Roberto Centazzo
Editore: Tea

Sinossi
Ferruccio Pammattone, ex sostituto commissario e vice dirigente alla Squadra mobile, Eugenio Mignogna, ex sovrintendente alla Scientifica, Luc (e non Luca per un errore dell'impiegato all'anagrafe) Santoro, ex assistente capo all'Immigrazione, hanno molte cose in comune: sono amici da una vita, si sono arruolati insieme nel lontano 1975 e sono stati appena congedati per raggiunti limiti d'età. Ma alla pensione non possono e non vogliono abituarsi. Si annoiano. Così, mentre chiacchierano sul lungomare di Genova, pensano che potrebbero rimettersi subito in azione, per dedicarsi finalmente a tutti quei casi che, per un motivo o per l'altro, non hanno mai potuto affrontare quando erano in servizio. Adesso, finalmente, non devono rendere conto a nessuno, soltanto alla loro coscienza che li spinge a indagare, al loro stomaco che s'infiamma alla vista di un wurstel e alla loro prostata che reclama una sosta. Ferruccio Pammattone nome in codice Semolino (se mangia pesante si riempie di macchie rosse ed è costretto a una dieta durissima), Eugenio Mignogna nome in codice Kukident (per festeggiare la pensione si è regalato una smagliante dentiera) e Luc Santoro nome in codice Maalox (soffre di atroci bruciori di stomaco) diventano la "Squadra speciale Minestrina in brodo".

Ovviamente Elisa lo ha letto, oltre che fotografato, e dice che....
"L'ironia e lo stile di scrittura di Roberto Centazzo fanno di questo libro una lettura scorrevole e molto divertente, facendo riferimenti anche a fatti e situazioni tangibili nell'attuale periodo storico. "


Ora il libro sta viaggiando alla volta  di casa di Stefania in quel delle Marche!

Alla prossima tappa!